Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio è che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà , di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene è capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità  della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità , della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà  divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità  e solidarietà hanno per la costruzione della nostra società , oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società  e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà  del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità , come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà , la creatività , la responsabilità  personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità , per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà .

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Allarme: un Servizio Sanitario Nazionale da salvare

La Fondazione GIMBE – che ha anche lanciato una specifica sottoscrizione sul tema – rileva che la recente Nota di Aggiornamento del DEF (Documento di Economia e Finanza), prodotta il 20 settembre scorso dal Governo, «lascia trasparire un chiaro disegno di smantellamento del Servizio Sanitario Nazionale, subordinando in pratica alle esigenze finanziarie del Paese i diritti dei cittadini sanciti dall’articolo 32 della Costituzione»

laboratorio di teatro

ovunque i contorni delle cose hanno brevi arresti*

Primo incontro giovedì 17 ottobre ore 20.40

Il percorso si sviluppa attraverso la ricerca di una possibile estetica non visiva, che la compagnia porta avanti dal 2008 insieme agli attori di Orbitateatro, compagnia costituita nel 2011 da alcuni partecipanti ai laboratori de l’Arte della trasformazione, progetto di formazione e produzione di spettacoli.

Il turismo accessibile favorisce proprio tutti

In linea con le recenti affermazioni di Taleb Rifai, segretario generale dell’Organizzazione Mondiale del Turismo dell’ONU, Roberto Vitali, presidente di Village for all (V4A), che ha partecipato in veste di esperto del turismo accessibile a un importante convegno al Senato, ribadisce che «un turismo accogliente per tutti rappresenta allo stesso tempo un imprescindibile diritto umano e un’eccezionale opportunità di business»

Libri accessibili a tutti? Non proprio!

Le critiche generali proposte nei giorni scorsi dal nostro sito sul Progetto LIA (Libri Italiani Accessibili) lasciano oggi spazio a un’analisi di dettaglio del servizio messo a disposizione nell’àmbito del progetto stesso, presentato come «un catalogo online di e-book accessibili per offrire a chi ha disabilità visive le stesse possibilità di tutti gli altri lettori». E le sorprese (negative) non mancano…

Univoc Bologna a Volontassociate 2013: Grande riscontro e grazie a tutti!

Si è ormai conclusa la manifestazione top per il volontariato a Bologna.

Presso i giardini Margherita, del capoluogo felsineo, location molto suggestiva, grazie anche ad una splendida giornata di sole, anche Univoc Bologna era presente con la sua postazione e, davvero, il riscontro di partecipazione, interesse e curiosità è andato ben oltre il previsto!

A mente fredda, sarà stilato un resoconto più tecnico, diciamo così, ma ora, ancora a caldo, diventa d'obbligo dire grazie a chi ha contribuito alla buona riuscita della giornata.

FESTA VOLONTASSOCIATE - 22 Settembre 2013: ARIADNE GPS: “la nuova frontiera per la mobilità dei disabili visivi

Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi
Sezione Provinciale di Bologna

FESTA VOLONTASSOCIATE
22 Settembre 2013
GIARDINI MARGHERITA DI BOLOGNA

ARIADNE GPS: “la nuova frontiera per la mobilità dei disabili visivi
attraverso i dispositivi IOS”

Tempo fa, sui media convenzionali (televisione e radio), girava uno spot, legato al mondo dell’iPhone, che recitava: “…per ogni cosa c’è una app…”

ARIADNE GPS è la dimostrazione che, davvero, nel mondo delle applicazioni per iPhone e iPad , si può trovare di tutto!

Shiatzu per ciechi, X edizione del corso dell'Accademia italiana. A ottobre a Firenze

FIRENZE. Pressioni del pollice e del palmo della mano lungo "l'impalcatura energetica" del corpo umano, per dare benessere psicofisico e riabilitativo. E' lo shiatzu, impropriamente definito massaggio. Nei primi del Novecento in Giappone questa tecnica millenaria era appannaggio di terapisti ciechi, poi la tradizione si perse per rinascere negli anni '90. Il 19 e 20 ottobre, a Firenze, si terrà il decimo Incontro introduttivo Shiatsu, organizzato dall'Accademia Italiana Shiatsu Do, in collaborazione con il Consiglio Regionale Toscano dell'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti.

Pronto il sentiero per non vedenti

Novionline del 18-09-2013

CARREGA LIGURE. Si sono conclusi i lavori per la creazione del sentiero per non vedenti di Vegni e il percorso, realizzato nell’ambito dei progetti del Piano di sviluppo rurale, che è stato inaugurato , mercoledì 18 settembre, con una camminata che è partita dalla piazza del borgo.

Pagine