Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio è che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà , di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene è capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità  della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità , della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà  divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità  e solidarietà hanno per la costruzione della nostra società , oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società  e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà  del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità , come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà , la creatività , la responsabilità  personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità , per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà .

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Legge di stabilità 2014: richieste FISH al Governo

COMUNICATO STAMPA

La legge di stabilità inizia il suo iter con l’approvazione della prima stesura che dovrebbe avvenire in Consiglio dei Ministri nei prossimi giorni. È la disposizione più rilevante per le sorti dei Cittadini, dei servizi pubblici, delle imprese.

La drammatica situazione economica del Paese, lo stato dei servizi sociali, la progressiva marginalità ed esclusione sociale verso la quale sono sospinte sempre più ampie fasce della popolazione rendono le prospettive assai preoccupanti ed impongono l’adozione di scelte decise e strutturali.

"Ad Alta Voce" presso L'istituto dei Ciechi "F. Cavazza"

informiamo tutte e tutti che Sabato 5 ottobre 2013, alle
ore 16,
l'Istituto dei ciechi "Francesco Cavazza, in via Castiglione 71 a Bologna,
Nell'ambito della tredicesima edizione dell'evento culturale "Ad alta
voce, promosso dalla Coop Adriatica, ospiterà presso il salone Bentivoglio
Marco Bettini, Margaret Collina, Alessandro Dall’Olio che leggeranno testi
da loro scelti.
Presenta Mario Barbuto, direttore dell'istituto.
vi aspettiamo numerosi
chi volesse conoscere il programma completo dell'evento "Ad alta voce, può

I fiori del Kilimanjaro - by Ada Nardin

Eccomi di nuovo a scrivere di cooperazione allo sviluppo per raccontarvi la mia ultima esperienza, l’ottava in 6 anni, da quando ho sentito che potevo e volevo intraprendere un sentiero ancora ignoto, forse in salita, ma che avrebbe colmato il bisogno di dare cittadinanza al mio spirito di servizio.

Progetto oltremare, non solo delfini...

Il Consiglio Regionale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti dell'Emilia-Romagna, in collaborazione con il Comitato Regionale dei Giovani U.I.C.I. dell'Emilia-Romagna e il Comitato Provinciale dei Giovani U.I.C.I di Bologna, organizza un fine settimana a Riccione, per consentire ai non vedenti ed ipovedenti presenti all'evento di avere un contatto ravvicinato con i delfini ospitati nel Parco Oltremare.

Pagine