Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio è che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà , di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene è capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità  della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità , della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà  divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità  e solidarietà hanno per la costruzione della nostra società , oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società  e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà  del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità , come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà , la creatività , la responsabilità  personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità , per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà .

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

LEGGE DI STABILITA': COLPITI DI NUOVO I DISABILI GRAVI

“Pensavamo di non dover rivedere le brutali ipotesi normative già avanzate da Monti e Tremonti. Invece ritroviamo, nella bozza di legge di Stabilità, la
volontà di risparmiare sulle gravi disabilità, comprimendo il diritto all’indennità di accompagnamento. Reagiremo come abbiamo già fatto in passato.”

Il Governo alla prova delle politiche sociali

Piaccia o no, le persone più deboli saranno al centro dell'imminente legge di stabilità. Sono le famiglie in povertà e gli individui con ridotta autonomia (anziani, disabili, bambini piccoli), cioè quei soggetti alle cui esigenze si rivolgono le politiche sociali dei Comuni. In base alle scelte - o alle non scelte - che compirà, il Governo Letta darà la propria risposta a domande decisive che li riguardano: quale deve essere la responsabilità pubblica nei loro confronti? Come suddividere i compiti tra lo Stato e gli enti locali negli interventi a essi rivolti?

Laboratorio di Teatro

L’Arte della trasformazione 2013/14

laboratorio di teatro

ovunque i contorni delle cose hanno brevi arresti*

Primo incontro giovedì 17 ottobre ore 20.40

Il percorso si sviluppa attraverso la ricerca di una possibile estetica non visiva, che la compagnia porta avanti dal 2008 insieme agli attori di Orbitateatro, compagnia costituita nel 2011 da alcuni partecipanti ai laboratori de l’Arte della trasformazione, progetto di formazione e produzione di spettacoli.

Bologna: Segnalazione guasti impianti semaforici sonori per non vedenti

Ricordiamo che è possibile segnalare guasti o malfunzionamenti dei semafori sonori contattando il numero 800-901050 che fa capo ad Enelsole, che attualmente ha in gestione tutta l'illuminazione, compresi gli impianti semaforici, del comune di Bologna.
Un operatore chiederà il punto preciso in cui si trova il semaforo, qual è il malfunzionamento e si farà lasciare nome cognome e telefono per essere eventualmente ricontattati.
è possibile effettuare la segnalazione anche tramite fax o e-mail:
fax 800-901055;

Ingresso agevolato nei teatri di Bologna per i soci dell'Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti per la Stagione 2013/2014

Si informa che anche per la stagione 2013/2014 alcuni teatri di Bologna, Arena Del Sole, Dehon,
Duse, Teatro Comunale e Musica insieme, hanno confermato la disponibilità nel favorire
l'ingresso a condizioni agevolate agli spettacoli per il disabile visivo e al suo accompagnatore. Per ogni
serata di rappresentazione, i soci dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, potranno
fruire di detta agevolazione secondo le seguenti modalità:

Unione Italiana dei ciechi e degli ipovedenti di Bologna; Bando per i volontari del servizio civile volontario

Si comunica che è stato indetto un bando per il Servizio Civile Volontario presso L'unione italiana ciechi ed ipovedenti di Bologna per n. 17 posti.
La domanda di partecipazione, redatta in carta semplice secondo il modello “allegato 2 e 3”, dovrà pervenire direttamente all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Sezione provinciale di Bologna entro e non oltre le ore 14.00 del 4 Novembre 2013 (art. 4 del bando). Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione.

"Io, non vedente, nel film di Silvio Soldini: visito l'Omero ma faccio anche vela e scio"

ANCONA. «Sono loro, le persone che non ci vedono, a far cambiare il nostro sguardo sulla vita e sul mondo». A parlare è il regista Silvio Soldini, autore
del docufilm "Per altri occhi - Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi", che stasera (ore 21, ingresso 6 euro, gratuito per disabili e accompagnatori)
sarà trasmesso via satellite da Anteo spazioCinema di Milano in 25 sale italiane, tra cui il cinema Azzurro di Ancona. Alla proiezione seguirà un incontro

Aggiornata la “Legge Stanca” (con colpo di scena finale)

ROMA. «Sicuramente ci aspettavamo di più da questo tanto sospirato Decreto – dichiara Giulio Nardone, presidente nazionale dell’ADV (Associazione Disabili Visivi) – ma quello cui non eravamo veramente preparati ad assistere è stata la sua piena violazione nel momento stesso in cui è stato portato a conoscenza degli italiani!».

Pagine