Donare un po' del tuo tempo ad Univoc Bologna aiuta l'integrazione dei disabili visivi ed accresce le tue esperienze personali!

"IL VOLONTARIATO COLORA LA VITA"

In questi momenti così poco forieri di buone notizie, il nostro augurio è che davvero si riesca a rivolgere maggiore attenzione al mondo del volontariato.
C'è bisogno di giovani attivi, di tante mani che s'intrecciano.
C'è bisogno di solidarietà , di mettersi in gioco per l'altro, di mettersi al servizio degli altri.
Speriamo che quest'anno sia un anno di crescita e di riflessione per arrivare ad aprirsi sempre più verso l'altro. Un altro bisognoso ma che se conosciuto bene è capace anche di donare qualcosa.

Un interessante spunto di riflessione per tutti, con particolare riferimento a chi, nella pubblica amministrazione, è chiamato a Servire i cittadini.

Ci impegnamo a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni, mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità  della nostra azione sociale.
Ci impegnamo a sensibilizzare tutti i cittadini, anche attraverso nuovi stili di vita, a costruire un nuovo modello di sviluppo sociale, culturale ed economico.

E ancora: Il nostro appello si rivolge a tutti, in particolare ai giovani, per costruire una cultura in cui i valori del dono, della gratuità , della fratellanza, dell'uguaglianza e della solidarietà  divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale.

Sottolineamo il forte valore che dono, gratuità  e solidarietà hanno per la costruzione della nostra società , oggi come in passato:
Ci impegnamo ad affermarli per affrontare le sfide etiche, prima ancora che economiche e sociali, che il Paese ha di fronte.

Il volontariato arricchisce il capitale umano e sociale di chi lo pratica e di chi lo riceve, rafforza il senso di appartenenza e coesione alla società  e favorisce comportamenti positivi per la stessa crescita economica.

Senza il volontariato non andiamo da nessuna parte, aggiungendo che in questo momento di particolare difficoltà  del nostro Paese, abbiamo bisogno di persone che siano in grado di assumersi le proprie responsabilità , come fanno ogni giorno i volontari.

Il volontariato e il terzo settore

I volontari, con tutte le loro forze, rappresentano un investimento da sostenere, perchè sono in grado di moltiplicare le risorse a loro disposizione e di tradurle in atti e presenze concrete ed efficaci.
Sta in questo la forte spinta a superare la crisi, attraverso la proposizione di nuovi modelli sociali, basati sulla solidarietà , la creatività , la responsabilità  personale e collettiva.

Crediamo che il volontariato goda di una grandissima fiducia da parte degli italiani e debba continuare ad alimentare il proprio senso di responsabilità , per essere in grado di rispondere anche alle emergenze.

Evidenziamo come il volontariato italiano, che ha radici profonde nella nostra storia, sia un'esperienza unica nel panorama europeo, da valorizzare e riconoscere in quanto diritto alla solidarietà .

Le ultime da U.N.VO.C. Bologna

Assistenza scolastica: verso la denuncia delle Regioni inadempienti

COMUNICATO STAMPA

Da quando le Province hanno cessato di gestire il trasporto gratuito per le scuole secondarie e l’assistenza per l’autonomia e la comunicazione per gli alunni con cecità e sordità nelle scuole di ogni ordine e grado e per gli altri alunni con disabilità nelle scuole superiori, si sono diffuse gravi condizioni di disagio.

Audio descrizioni e Percorsi Sensoriali - Macerata Opera Festival 2016

Anche quest'anno, l'Arena Sferisterio è lieta di offrire la magia
dell'opera anche ad occhi chiusi, grazie al servizio di audio
descrizione in lingua italiana. Tre gli appuntamenti dedicati:

- Otello: venerdì 5 agosto, ore 21:00
- Il Trovatore: sabato 6 agosto, ore 21:00
- Norma: domenica 7 agosto, ore 21:00

LEA e diritti umani: se non ora, quando?

COMUNICATO STAMPA

Lo schema di Decreto che contiene i nuovi LEA è dunque all’esame della Conferenza delle Regioni per l’approvazione preventiva che avrebbe dato parere favorevole condizionandolo ad una ulteriore valutazione di copertura finanziaria.

È convinzione del movimento delle persone con disabilità e della FISH in particolare che il testo proposto contenga molte serie criticità.

Integrazione dei disabili: la nota dolente della scuola italiana

La Legge 5 febbraio 1992 n.104 è vista dall’estero come un esempio avanzato di integrazione scolastica. Paesi culturalmente avanti anni luce nelle politiche sociali rispetto all’Italia, come Svezia e Norvegia, hanno spesso inviato in missione nello Stivale gruppi di lavoro ad esaminare questo capolavoro giuridico e sociale nelle buone prassi di qualche scuola che realmente applica quanto previsto dalla norma.

Malattie neurologiche, sì della Cassazione all'indennità  di accompagnamento

Il direttore dell'Osservatorio regionale Cure palliative e medicina del dolore in Campania, Sergio Canzanella, comunica che "la Cassazione ha riconosciuto l'indennità  di accompagnamento di 450 euro al mese anche ai malati affetti da patologie neurologiche''.

Dal governo iniezione finanziaria, ma sul sostegno i conti non tornano lo stesso

ROMA. Mille euro ad alunno con disabilità  nelle scuole pubbliche paritarie. Ma un insegnante di sostegno ha un costo lordo pari almeno a 25 volte tanto. Due dati che descrivono il contesto in cui si inserisce l'emendamento del governo al Decreto scuola, convertito in legge dalla Camera a fine maggio, che prevede dal 2017 un contributo di 12,2 milioni di euro annui alle paritarie in proporzione agli alunni con disabilità  che le frequentano. Appunto, 1.000 euro a studente disabile all'anno, poichè gli alunni con disabilità  che frequentano le scuole paritarie sono 12.211.

Filo diretto con l'inps. Gli incentivi per assumere persone con disabilita'

Al fine di realizzare una concreta promozione dell'inserimento e dell'integrazione lavorativa delle persone con disabilità  nel mondo del lavoro, è stato previsto, a favore dei datori di lavoro, un incentivo di tipo economico, collegato alla retribuzione percepita dal lavoratore con disabilità , che varia in funzione del grado e della tipologia di riduzione della capacità  lavorativa della persona assunta.

Entra in vigore il Trattato sui libri accessibili, e l'Italia?

Con la ratifica del ventesimo Paese (il Canada), potrà finalmente entrare in vigore il 30 settembre il Trattato di Marrakech, permettendo il libero scambio internazionale non commerciale di materiale librario protetto dal diritto d’autore, realizzabile in formati accessibili, quali Braille e audio, con grandi benefìci per milioni di persone con disabilità visiva, ma anche per persone dislessiche o con altre difficoltà di lettura.

Pagine